Cosa cambia per noi cittadini?

I CITTADINI

Le carte di identità, il passaporto e il codice fiscale dovranno essere rifatti? 

No: tutti questi documenti rimangono validi fino alla loro naturale scadenza. I codici fiscali rilasciati entro la nascita del nuovo Ente non subiscono variazioni: quello dei cittadini nati dopo la fusione farà riferimento al nuovo Comune. Per la tessera elettorale, il Comune invierà un tagliando da incollare in caso di variazione di ubicazione della sezione elettorale. 

I titolari di Partita IVA, patente di guida e libretti di circolazione dovranno comunicare personalmente le variazioni agli uffici competenti?

No. Sarà compito del nuovo Comune inviare i dati a ciascuno di questi uffici, che provvederanno direttamente ad effettuare le variazioni necessarie; il tutto senza oneri per cittadini ed imprese.

Dove potrò incontrare il Sindaco, gli Assessori e i Consiglieri?

Nelle due sedi comunali, perché nessuna di esse scomparirà.

Con la fusione Poste Italiane potrà chiudere gli uffici postali?

No. Non esiste correlazione tra la fusione di Comuni e la collocazione dei territori degli sportelli postali. Poste Italiane deve in ogni caso rispettare i requisiti previsti dalla normativa e dall'Autorità per le garanzie delle comunicazioni.

Che effetto hanno le fusioni sulle riserve di caccia?

Non hanno alcun effetto: né sulla perimetrazione, né sugli organi.

Con la fusione chiuderà in uno dei due paesi l'infermiere di comunità?

No, il servizio è gestito dall'Azienda per i Servizi Sanitari sulla base di parametri legati alla popolazione; i comuni mettono a disposizione i locali; gli attuali ambulatori quindi resteranno entrambi aperti.

Con la fusione chiuderà in uno dei due paesi l'ufficio dell'assistente sociale?

No, resteranno aperti entrambi gli uffici del servizio sociale di base.

 

Hai altre domande sulla fusione? Manda una mail a fusioni@compa.fvg.it  

Venerdì, 17 Novembre 2017 - Ultima modifica: Mercoledì, 14 Marzo 2018